OncoNews.net


Database in Oncologia & OncoEmatologia / Oncology & OncoHematology




Terapia adiuvante con Docetaxel, Doxorubicina e Ciclofosfamide nel tumore mammario con linfonodi positivi


Uno studio ha confrontato la chemioterapia adiuvante standard con antraciclina con una chemioterapia di combinazione antraciclina - taxano in donne con carcinoma mammario operabile linfonodo-positivo.

Sono stati riportati i risultati finali dall’analisi di follow-up a 10 anni per la sopravvivenza libera da malattia, sopravvivenza generale e sicurezza nel lungo periodo.

Lo studio BCIRG 001 era uno studio in aperto, di fase 3 e multicentrico, nel quale 1.491 pazienti di età compresa tra 18 e 70 anni con carcinoma alla mammella in stadio precoce, linfonodo-positivo e con un punteggio di Karnofsky uguale o superiore a 80% sono state assegnate in maniera casuale a trattamento adiuvante con Docetaxel, Doxorubicina e Ciclofosfamide ( TAC ) o Fluorouracile, Doxorubicina e Ciclofosfamide ( FAC ) ogni 3 settimane per 6 cicli.

La randomizzazione è stata stratificata in base al Centro e al numero di linfonodi ascellari coinvolti per paziente ( da 1 a 3 versus 4 o più ).

La sopravvivenza libera da malattia rappresentava l’endpoint primario ed è stata definita come l’intervallo tra randomizzazione e recidiva dicancro al seno, secondo tumore primario o decesso, indipendentemente da quale si fosse presentato prima.

Le analisi di efficacia sono state condotte per intention-to-treat.

L’arruolamento è stato effettuato nel periodo 1997-1999; 745 pazienti sono state assegnate a terapia TAC e 746 a terapia FAC.

Dopo un follow-up mediano di 124 mesi, la sopravvivenza libera da malattia è stata del 62% per le pazienti nel gruppo TAC e 55% per quelle nel gruppo FAC ( hazard ratio [ HR ] 0.80; log-rank p=0.0043 ).

La sopravvivenza generale a 10 anni è stata pari al 76% per le pazienti nel gruppo TAC e 69% per quelle nel gruppo FAC ( HR 0.74; log-rank p=0.0020 ).

Il regime TAC ha migliorato la sopravvivenza libera da malattia rispetto al regime FAC indipendentemente dallo status dei linfonodi, recettore ormonale e HER2, anche se non tutte le differenze sono risultate significative in queste analisi di sottogruppo.

Scompenso cardiaco di grado 3-4 si è manifestato in 26 ( 3% ) pazienti nel gruppo TAC e in 17 ( 2% ) pazienti nel gruppo FAC, ed è stato causa di decesso in 2 pazienti nel gruppo TAC e in 4 nel gruppo FAC.

Una diminuzione sostanziale della frazione di eiezione ventricolare sinistra ( FEVS; definita come una diminuzione relativa rispetto al basale pari o superiore al 20% ) è stata osservata in 58 ( 17% ) pazienti che avevano ricevuto TAC e in 41 ( 15% ) pazienti che avevano ricevuto il regime FAC.

Sei pazienti sottoposti a trattamento TAC hanno sviluppato leucemia o mielodisplasia, così come 3 pazienti sottoposti a regime FAC.

In conclusione, questi risultati forniscono le prove che gli esiti terapeutici iniziali osservati al follow-up a 5 anni con un regime adiuvante contenente Docetaxel sono mantenuti anche a 10 anni.
Tuttavia, una percentuale sostanziale di pazienti ha mostrato una diminuzione della frazione di eiezione ventricolare sinistra, probabilmente a causa della terapia con antraciclina. ( Xagena2013 )

Mackey JR et al, Lancet Oncol 2013;14: 72-80

Onco2013 Gyne2013 Farma2013

← Torna inietro