OncoNews.net


Database in Oncologia & OncoEmatologia / Oncology & OncoHematology




Resezione mucosale endoscopica per l’eradicazione completa dell’esofago di Barrett: un’efficace modalità di trattamento per la displasia di alto grado e per il carcinoma intramucosale


La resezione mucosale endoscopica per l’eradicazione completa dell’esofago di Barrett consiste nella rimozione endoscopica di tutto l’epitelio di Barrett con l’intento curativo di eliminare displasia di alto grado/carcinoma intramucosale e di ridurre il rischio di sviluppo di lesioni metacrone.

Ricercatori dell’University of Chicago Medical Center hanno riportato la propria esperienza clinica a lungo termine utilizzando questa modalità di intervento nella gestione di displasia di alto grado/carcinoma intramucosale.

Sono stati rivisti in modo retrospettivo tutti i pazienti sottoposti a resezione mucosale endoscopica per l’eradicazione completa dell’esofago di Barrett per esofago di Barrett con displasia di alto grado / carcinoma intramucosale e inclusi nel database con dati raccolti in modo prospettico nel centro sede dello studio.

Esami con luce bianca ad alta definizione e banda stretta sono stati utilizzati secondo il protocollo.

Prima della resezione mucosale endoscopica per l’eradicazione completa dell’esofago di Barrett è stata effettuata un’ecografia endoscopica di stadiazione per escludere la presenza di malattia invasiva o linfoadenopatia sospetta.

L’inibizione della pompa protonica ad alta dose è stata effettuata dopo il trattamento iniziale e biopsie di sorveglianza secondo il protocollo di Seattle sono state eseguite nel corso del follow-up ogni 6 mesi una volta completata la procedura di resezione mucosale endoscopica per l’eradicazione completa dell’esofago di Barrett.

In totale, 49 pazienti ( età media 67 anni, mediana 65; 75% uomini ) con esofago di Barrett confermato istologicamente e displasia di alto grado ( 33 ), carcinoma intramucosale ( 16 ), sono stati sottoposti a resezione mucosale endoscopica per l’eradicazione completa dell’esofago di Barrett nel periodo 2003-2008.

La lunghezza media del segmento di esofago di Barrett è risultata 3.2 cm ( mediana 2 cm ); 26 pazienti hanno mostrato un esofago di Barrett corto e 30 avevano lesioni visibili.

Sono state effettuate 106 procedure di resezione mucosale endoscopica.

Alla resezione mucosale endoscopica iniziale, 2 pazienti hanno mostrato invasione sottomucosale superficiale del carcinoma ( sm1 ) e 2 carcinoma intramucosale con invasione del canale linfatico.

Tutti e 4 i pazienti sono stati sottoposti a esofagectomia, ma uno ha scelto di continuare il trattamento endoscopico senza evidenza di carcinoma residuo o ricorrente.

In totale, 14 pazienti hanno atteso la fine della resezione mucosale ( n=9 ) o la prima endoscopia di follow-up ( n=5 ).

La terapia di resezione mucosale endoscopica per l’eradicazione completa dell’esofago di Barrett è stata portata a termine in 32 pazienti con una media di 2.1 sessioni ( mediana 2 ).

Le biopsie di sorveglianza hanno mostrato epitelio squamoso normale nel 96,9% dei pazienti ( tempo medio di remissione 22.9 mesi; mediana 17 ).

In tutto, 10 dei 46 pazienti che hanno proseguito il protocollo endoscopico hanno mostrato epitelio sottosquamoso di Barrett nei campioni di resezione mucosale endoscopica e/o nelle biopsie endoscopiche.

In generale, 1 di questi 10 pazienti ha mostrato esofago di Barrett sotto la mucosa squamosa nelle biopsie di sorveglianza più recenti.

La resezione mucosale endoscopica per l’eradicazione completa dell’esofago di Barrett ha sovrastimato i risultati patologici pre-resezione mucosale endoscopica nel 14% dei pazienti e li ha sottostimati nel 31%.

In totale, il 37% dei pazienti ha sviluppato stenosi esofagea sintomatica dopo un periodo mediano di 24.4 giorni ( mediana: 13.5 ); tutti sono stati gestiti con successo con il trattamento endoscopico.

Non si sono verificati perforazioni o sanguinamenti incontrollabili.

In conclusione, questo è il più ampio studio americano di singolo Centro che abbia dimostrato come la resezione mucosale endoscopica per l’eradicazione completa dell’esofago di Barrett con uno stretto controllo endoscopico rappresenti una modalità di trattamento efficace per l’esofago di Barrett con displasia di alto grado / carcinoma intramucosale.
Benchè il tasso di sviluppo di stenosi sia significativo, questo problema può essere facilmente trattato con dilazione endoscopica.
I pazienti che stanno prendendo in considerazione l’ablazione endoscopica dovrebbero essere adeguatamente seguiti e consigliati.
Il ruolo della resezione mucosale endoscopica per l’eradicazione completa dell’esofago di Barrett in pazienti con invasione linfatica o invasione sottomucosale superficiale resta da definire. ( Xagena2009 )

Chennat J et al, Am J Gastroenterol 2009;104: 2684-2692


Farma2009 Gastro2009 Chiru2009

← Torna inietro