OncoNews.net


Database in Oncologia & OncoEmatologia / Oncology & OncoHematology




Efficacia di Avelumab nei pazienti con carcinoma a cellule di Merkel metastatico precedentemente trattato dopo 1 anno o più di follow-up: JAVELIN Merkel 200


Il carcinoma a cellule di Merkel ( MCC ) è un tumore cutaneo raro e aggressivo associato a ridotta sopravvivenza nei pazienti con metastasi a distanza ( mMCC ).

In una prima analisi dello studio di fase 2, JAVELIN Merkel 200, prospettico, in aperto, a braccio singolo, Avelumab ( Bavencio ), un anticorpo monoclonale anti-PD-L1, ha mostrato efficacia promettente e un profilo di sicurezza generalmente gestibile e tollerabile nel carcinoma a cellule di Merkel in fase avanzata.

E' stata riportata l'efficacia di Avelumab dopo 1 anno o più di follow-up nei pazienti con carcinoma a cellule di Merkel che avevano progredito nonostante il trattamento chemioterapico per malattia metastatica.

I pazienti hanno ricevuto Avelumab 10 mg/kg per infusione endovenosa in 1 ora, ogni 2 settimane, fino a conferma della progressione della malattia, tossicità inaccettabile o ritiro dallo studio.

L'endpoint primario era la migliore risposta complessiva. Gli endpoint secondari includevano la durata della risposta ( DOR ), la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) e la sopravvivenza globale ( OS ).

I pazienti ( n=88 ) sono stati seguiti per un minimo di 12 mesi.

Il tasso di risposta obiettiva confermata è stato del 33.0% ( IC 95%, 23.3-43.8%, risposta completa: 11.4% ).
E' stato stimato che il 74% delle risposte abbia avuto una durata di 1 anno o più, e che il 72.4% delle risposte sia in corso alla chiusura dei dati.

Le risposte erano durature, con la durata mediana di risposta non ancora raggiunta ( IC 95%, 18.0 mesi - non-stimabile ); la sopravvivenza libera da progressione è risultata prolungata.
I tassi di sopravvivenza libera da progressione e la sopravvivenza globale a 1 anno erano rispettivamente del 30% ( IC 95%, 21-41% ) e del 52% ( IC 95%, 41-62% ).

La sopravvivenza mediana globale è stata di 12.9 mesi ( IC 95%, 7.5 - non-stimabile ).

Le analisi dei sottogruppi hanno indicato una maggiore probabilità di risposta nei pazienti che ricevevano meno linee precedenti di terapia sistemica, con un carico di malattia al basale inferiore e con tumori PD-L1-positivi.
Tuttavia, le risposte durature si sono verificate indipendentemente dai fattori di base, incluso lo stato di poliomavirus delle cellule di Merkel del tumore.

In conclusione, con un follow-up più lungo, Avelumab ha continuato a mostrare risposte durature, e promettenti risultati di sopravvivenza nei pazienti con carcinoma a cellule di Merkel con metastasi a distanza, la cui malattia era progredita dopo chemioterapia. ( Xagena2018 )

Kaufman HL et al, J Immunother Cancer 2018; 6 (1): 7. doi: 10.1186 / s40425-017-0310-x.

Onco2018 Dermo2018 Farma2018 MalRar2018 Med2018

← Torna inietro