OncoNews.net


Database in Oncologia & OncoEmatologia / Oncology & OncoHematology




Docetaxel e Atrasentan versus Docetaxel e placebo negli uomini con tumore alla prostata avanzato resistente a castrazione


La pathway dell’endotelina ha un ruolo nelle metastasi ossee, che sono caratteristiche del carcinoma prostatico avanzato.

Atrasentan, un antagonista del recettore dell’endotelina, ha mostrato attività nel carcinoma prostatico.

Uno studio ha dunque valutato l'effetto di questo farmaco sulla sopravvivenza nei pazienti con carcinoma alla prostata resistente a castrazione con metastasi ossee.

In uno studio di fase 3, in doppio cieco, uomini con carcinoma prostatico metastatico resistente alla castrazione, stratificati per tipo di progressione ( da antigene prostatico specifico [ PSA ] o radiologico ), dolore al basale, metastasi extrascheletriche e uso di bifosfonati, sono stati assegnati in maniera casuale e in un rapporto 1:1 a ricevere Docetaxel ( 75 mg/m(2) ogni 21 giorni, per via intravenosa ) con Atrasentan ( 10 mg/giorno, per via orale ) oppure placebo fino a 12 cicli e trattati fino a progressione della malattia o a tossicità non-accettabile.

Ai pazienti che non hanno mostrato progressione nel corso del trattamento è stato concesso di proseguire Atrasentan o placebo fino a 52 settimane.

Endpoint coprimari erano la sopravvivenza libera da progressione e la sopravvivenza generale, e le analisi sono state effettuate per intention-to-treat.

Nello studio, 498 pazienti sono stati assegnati in maniera casuale al gruppo Atrasentan e 496 al gruppo placebo.

Lo studio è stato interrotto precocemente per futilità nell’aprile 2011, dopo un’analisi pianificata intermedia.

La sopravvivenza mediana libera da progressione è stata di 9.2 mesi nel gruppo Atrasentan e 9.1 mesi nel gruppo placebo ( hazard ratio, HR=1.02; p=0.81 ).

La sopravvivenza generale mediana è stata di 17.8 mesi nel gruppo Atrasentan versus 17.6 mesi nel gruppo placebo ( HR=1.04; p=0.64 ).

In totale, 278 ( 57% ) dei 492 pazienti nel gruppo Atrasentan hanno mostrato tossicità di grado uguale o superiore a 3 rispetto a 294 ( 60% ) dei 486 pazienti nel gruppo placebo ( p=0.22 ).

Tre decessi nel gruppo Atrasentan e 7 nel gruppo placebo sono stati giudicati correlati al protocollo di trattamento in misura possibile o probabile.

In conclusione, Atrasentan, quando aggiunto a Docetaxel, non ha migliorato la sopravvivenza generale o la sopravvivenza libera da progressione negli uomini con carcinoma alla prostata resistente a castrazione e metastasi ossee.
Di conseguenza la monoterapia con Docetaxel deve rimanere uno dei trattamenti standard. ( Xagena2013 )

Quinn DI et al, Lancet Oncol 2013; 14: 893-900

Onco2013 Uro2013 Farma2013

← Torna inietro