OncoNews.net


Database in Oncologia & OncoEmatologia / Oncology & OncoHematology




Trattamento delle metastasi polmonari in bambini con nefroblastoma di stadio IV con utilizzo basato sul rischio della radioterapia polmonare


È stato condotto uno studio per determinare l’esito nei bambini con nefroblastoma e metastasi polmonari trattati secondo le raccomandazioni della International Society of Pediatric Oncology ( SIOP ) 93-01 utilizzando radioterapia polmonare in pazienti selezionati.

I pazienti ( di età compresa tra 6 mesi e 18 anni ) sono stati trattati con chemioterapia pre-operatoria che consisteva in 6 settimane di Vincristina, Dactinomicina ed Epirubicina o Doxorubicina.

Se non veniva ottenuta la remissione polmonare completa, veniva presa in considerazione la metastasectomia.

Pazienti in remissione completa hanno ricevuto chemioterapia post-operatoria a tre farmaci, mentre quelli non in remissione completa sono passati a regimi per alto rischio con una valutazione alla settimana 11.

Se la remissione completa non veniva ottenuta, la radioterapia polmonare era obbligatoria.

Nello studio, 234 dei 1.770 pazienti hanno mostrato metastasi polmonari.

I pazienti con metastasi polmonari erano più grandi ( P inferiore a 0.001 ) e avevano tumori di volume più ampio rispetto ai pazienti non-metastatici ( P inferiore a 0.001 ).

L’84% dei pazienti erano in remissione completa nel post-operatorio e il 17% ha avuto bisogno di metastasectomia.

In totale, 35 pazienti ( 16% ) hanno mostrato metastasi polmonari non-operabili e hanno richiesto l’uso del protocollo per alto rischio.

Solo il 14% dei pazienti ha ricevuto radioterapia polmonare durante il trattamento di prima linea.

Per i pazienti con metastasi polmonari, il tasso di sopravvivenza libera da eventi a 5 anni è stato del 73% e quello di sopravvivenza generale a 5 anni è stato dell’82%.

La sopravvivenza generale a 5 anni è risultata molto simile per i pazienti con malattia locale di stadio I e II ( 92% e 90%, rispettivamente ) ma più bassa per i pazienti con malattia locale di stadio III ( 68%; P inferiore a 0.001 ).

I pazienti in remissione completa dopo la sola chemioterapia e quelli in remissione completa dopo chemioterapia e metastasectomia hanno mostrato un miglior esito rispetto ai pazienti con metastasi polmonari multiple non-resecabili ( sopravvivenza generale a 5 anni, 88%, 92% e 48%, rispettivamente; P inferiore a 0.001 ).

In conclusione, seguendo il protocollo SIOP, la radioterapia polmonare può essere omessa nella maggior parte dei pazienti con metastasi polmonari, ed è associata a un esito relativamente buono. ( Xagena2012 )

Verschuur A et al, J Clin Oncol 2012; 30: 3533-3539


Nefro2012 Onco2012 Pedia2012


← Torna inietro