OncoNews.net


Database in Oncologia & OncoEmatologia / Oncology & OncoHematology




Clodronato come terapia adiuvante nel tumore della mammella operabile


L’osso è il più comune sito di diffusione metastatica da tumore mammario primario, operabile, con conseguente dolore, fratture ed ipercalcemia.

La diffusione metastatica dipende dal rilascio di sostanze osteolitiche da parte delle cellule cancerose che causano riassorbimento osseo da parte degli osteoclasti.
Gli osteoclasti rilasciano anche fattori di crescita che possono influenzare il processo di crescita delle cellule tumorali.
Questo circolo vizioso facilita la crescita delle metastasi ossea.

I farmaci come i bifosfonati, che bloccano la funzione degli osteoclasti, hanno dimostrato di ridurre la progressione delle metastasi ossee.

Il bifosfonato per os Clodronato ( Acido Clodronico, Clasteon ) al dosaggio di 1600mg/die è risultato efficace nel trattamento dei pazienti con metastasi ossee.
Quando impiegato per 2 anni come terapia adiuvante nelle pazienti con carcinoma mammario operabile, il Clodronato ha ridotto in modo significativo il rischio di metastasi a 2 anni ( hazard ratio, HR = 0.546; p = 0.03 ) e a 5 anni ( HR = 0.692; p = 0.04 ), con un asignificativa riduzione della mortalità ( HR = 0.768; p = 0.048 ). ( Xagena2006 )

Powles T et al, Clin Cancer Res 2006; 12 ( 20Pt 2 ): 6301s-6304s



Onco2006 Gyne2006 Endo2006 Farma2006 

 


← Torna inietro